"Non si sa di nessuno che sia riuscito a sedurre con ciò che aveva offerto da mangiare, ma esiste un lungo elenco di coloro che hanno sedotto spiegando quello che si stava per mangiare" (cit. di Manuel Vàzquez Montalbàn - scrittore e gastronomo spagnolo)

Tirokafteri – crema di feta piccante

In un ristorante greco mangiai una sera come accompagnamento a della carne di agnello, proprio la tirokafteri, una crema bianchissima e molto molto piccante!!!

Era evidentemente fatta con la feta, ma non sapevo la procedura. Dopo vari tentativi mi sono creata la crema di feta che più si avvicinava al gusto di quella che avevo mangiato nel ristorante, i greci mi perdoneranno se ometto o vario qualcosa, diciamo quindi per essere corretti  che la mia è una “simil-tirokafteri”

INGREDIENTI:

un panetto di feta
peperoncino fresco piccante (in mancanza va bene quello secco) q.b.
1 spicchio d’aglio (o mezzo se vi sembra troppo)
vino bianco quanto basta.

PROCEDIMENTO:
Il difficilissimo procedimento consiste nel…..mettere tutto (escluso il vino) in un frullatore e frullare!!!
Deciderete voi la consistenza, se la volete più granulosa frullate poco, a me che piace più liscia la faccio frullare qualche minuto in più. Il vino va usato per aiutare a frullare gli ingredienti, magari messo in due o tre volte. Ottima per accompagnare la carne (soprattutto perché rinfresca la bocca se la carne è troppo grassa) e le verdure, col pesce non ce la vedo molto.


Related Posts

Tramezzini veneziani, venetian sandwich

Tramezzini veneziani, venetian sandwich

“Ah…adoro Venezia!!!” Indiana Jones (Harrison Ford) in ‘Indiana Jones e l’ultima crociata’, 1989 Correlati

Mjukt tunnbröd o piadine svedesi, dall’Ikea alle nostre tavole.

Mjukt tunnbröd o piadine svedesi, dall’Ikea alle nostre tavole.

Oba (Alex Fondja): “Amico, guarda un attimo. Puro filo di Svezia …[tenendo in mano dei calzini]” Mario (Antonio Albanese): “Scozia! Si chiama filo di Scozia!” dal film Contromano, 2018 Correlati



0 thoughts on “Tirokafteri – crema di feta piccante”

  • Mi viene un dubbio: la tirokafterì è con o senza aglio? Mi puoi dare conferma… se non dovessi ripassare puoi gentilmente scrivermi alla e-mail che trovi sul mio sito ISOLE-GRECHE anche perché sto pensando ad un progetto sulla cucina greca.

  • Ciao, ti rispondo qui poi copio e incollo anche sulla tua mail. Quella che avevo mangiato io nel ristorante greco, dopo aver un poco insistito col cameriere, aveva questi elementi. L'aglio fra l'altro non manca mai nei piatti greci, è una loro caratteristica! Ho visto che ci sono ricette che comprendono in aggiunta a questi elementi anche qualche goccia di succo di limone e yogurt. Io dopo vari tentativi l'ho fatta semplice come mi avevano detto ed è molto più in purezza e meno pasticciata. Poi comunque è sempre questione di gusti.

    Ciao e a risentirci
    Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *