La seduzione comincia a tavola

Pasta ai tomini morbidi con pesto di rucola [aggiornato]

Pasta ai tomini morbidi con pesto di rucola [aggiornato]

 

“La lengua no xe mai straca se no la sa de vaca” (proverbio veneto)

I nostri formaggi italiani sono tanti, diversissimi e buoni, come negarlo? E come negare quanto sia gustoso l’incontro fra la ruvidezza della pasta e la cremosità dei formaggi? Quindi oggi mi sono concessa un po’ di sfizio culinario!!! Questa pasta ai tomini morbidi con pesto di rucola è un delicato incrocio fra dolce, amaro, e tanto tanto sapore. I tomini sono un formaggio che adoro, e mi sono divertita a farli anche in un altro modo molto sfizioso: LINK!

 

INGREDIENTI:

per  2 persone

  • 2 tomini (uno a testa)
  • 150 g di spaghetti o il formato che preferiamo
  • una manciata di rucola
  • 1 spicchio d’aglio
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 5 noci e 2 cucchiai di pinoli
  • sale q.b.

abbinamento vino, anzi usiamo dei superalcolici:

  • Pigato della Riviera Ligure di Ponente
  • Sauvignon del Collio friulano
  • Vermentino di Gallura

 

PROCEDIMENTO:

 

1° E UNICO STEP: PREPARIAMO IL CONDIMENTO

 

     E’ molto veloce da preparare, iniziamo mettendo una pentola d’acqua sul fuoco: l’attesa fino alla bollitura ci permetterà di fare comodamente il resto. Se abbiamo l’accortezza di tirare fuori dal frigo i tomini un oretta prima in modo che diventino morbidi è meglio, ma se ce ne dimentichiamo non succede niente di irreparabile. Tagliamoli a tocchetti e mettiamoli in una zuppiera.

 

 

 

 

     Se non li abbiamo tirati fuori dal frigo in anticipo, magari mettiamo la zuppiera vicino ai fornelli a prendere un pò di calore, ma tanto non devono sciogliersi del tutto, perchè la particolarità di questo primo piatto è che il formaggio deve essere morbido ma non sciolto. Adesso facciamo il pesto di rucola.

     In un frullatore mettiamo la nostra manciata di rucola, pinoli e qualche noce, uno spicchio d’aglio e il parmigiano, e frulliamo aggiungendo dell’olio extravergine.

 

 

Piccola variazione sul tema: se vogliamo sentire di più il gusto della rucola, facciamone una salsina semplicemente con dell’olio e, per chi gradisce, mezzo spicchio d’aglio: sarà meno consistente, un po più liquida, ma si sentirà di più l’amaro della rucola. A me personalmente piace molto sentire l’amaro delle verdure, ma siccome a molte persone l’amaro non piace si può ingentilirla facendone un pesto.

     A questo punto è tutto pronto e possiamo assemblare il piatto (ovviamente a bollitura iniziata abbiamo provveduto a calare la pasta), prima di scolarla prendiamo una tazza della sua acqua, che può servire per stemperare gli ingredienti, scoliamola e versiamola subito nella zuppiera coi tomini: il calore della pasta farà sciogliere il formaggio ma non del tutto, poi mantechiamo col nostro pesto di rucola. Il primo piatto lo si finisce in un attimo, il secondo…ehm…per chi è a dieta meglio lasciar perdere!!!

 

 

 

03-pasta ai tomini morbidi e pesto di rucola
Pasta, tomini e pesto di rucola

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Mark Whitacre (Matt Damon): “Sai il succo d’arancia che bevi la mattina? Sai cosa c’è dentro? Il mais. E sai cosa c’è nello sciroppo d’acero che metti sui pancake? Sai cos’è che lo fa diventare tanto buono? Il mais. E quando fai il bravo e […]

Print Friendly, PDF & Email
Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Moustache (Lou Jacobi) a Nestor Patou (Jack Lemmon):“Lei va in cerca di guai, mio giovane amico. Essere troppo onesti in un mondo disonesto è come spennare un pollo controvento: si finisce sempre con la bocca piena di penne.” dal film Irma la dolce, 1963

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *