La seduzione comincia a tavola

Fusilli al ragù di carciofi

Fusilli al ragù di carciofi

 

“La alcachofa de tierno corazòn se vistiò de guerrero, erecta, construyò una pequeña cùpula, se mantuvo impermeable bajo sus escamas…” PABLO NERUDA – ODA A LA ALCACHOFA (Il carciofo dal tenero cuore si vestì da guerriero, zitto, costruì una piccola cupola si conservò impermeabile sotto le sue squame…estratto da “ODE AL CARCIOFO”)

Il grande Pablo Neruda scrisse un’ode al carciofo… l’ho scoperto cercando un proverbio che avesse a che fare con i miei carciofi, quindi rimanere in tema e unire la cucina a qualche notizia culturale non mi sembrava una cattiva idea.

Ero in crisi creativa da ricetta, ma avevo questi bei carciofi che mi guardavano di sottecchi dal frigorifero e così ho optato per una pasta classica, veloce, facile e gustosa (anche se il mio zampino l’ho messo lo stesso!!!)

Ho usato come insaporitore il Vinchef, che a onor del vero non conoscevo fino al momento di mettermi in contatto con la casa produttrice. Siccome io i fatti miei non me li faccio mai, loa prima cosa che sono andata a leggere sono gli ingredienti, e sono rimasta stupita dal fatto che contiene solo….. vino ed erbe aromatiche!!!!

Niente conservanti, niente coloranti, niente schifezze….più di così cosa si può volere?

INGREDIENTI:
per 4 persone:

  • 3 o 4 carciofi
  • 2 etti di pancetta tesa
  • 2 spicchi di aglio fresco (se la stagione lo permette se no secco)
  • una manciata di prezzemolo
  • insaporitore Vinchef
  • sale e pepe q.b.
  • 2 cucch. di olio EVO
PREPARAZIONE:
 
     Ho pulito e messo a bagno in acqua e limone i carciofi come si fa normalmente, ho tagliato a pezzettoni la pancetta, e ho tritato insieme aglio e prezzemolo. Mi soffermerei un attimo a parlare dell’aglio: adesso che la stagione lo permette, troviamo in vendita l’aglio fresco, che è molto ma molto più buono del suo parente secco che abbiamo usato per tutto l’inverno. Oltre al gusto migliore, è molto più aromatico senza essere troppo invasivo, al momento uso solo quello fresco per cucinare e il gusto ne guadagna di molto.
     Intanto taglio i carciofi o con una mandolina  o a mano ma molto molto sottili. Metto l’acqua della pasta sul fuoco e mentre aspetto che bolle comincio a mettere l’olio in una padella e accendo il fuoco. Non faccio arrivare l’olio a temperatura troppo alta, quindi dopo qualche secondo metto la pancetta, l’aglio e il prezzemolo, e faccio appassire un poco.
     Quando sento il profumino che invade la cucina, aggiungo  i miei carciofi tagliati piccini piccini picciò e faccio andare a fiamma media.
     Quando dopo qualche minuto sono ben rosolati, a questo punto aggiungo una dose generosa di Vinchef.

 

E faccio andare per una decina di minuti.

 

     Uuuuuuuuuu quanto vapore, ma oltre che vapore c’era un odorino… ma un odorino…. ma un odorino…. Mica è difficile questa ricetta, anzi!!!! Perché l’unica cosa da fare adesso è aspettare che finiscano di cuocersi i carciofi, e aspettare che la pasta sia pronta. Dovremmo solo scolare la pasta e condirla con questo ragù di carciofi, una spolverata di parmigiano e di pepe nero (io ho messo il peperoncino perché mi piace di più) e buon appetito!!!
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Pane bianco per tramezzini Dukan PP / PV

Pane bianco per tramezzini Dukan PP / PV

  “La dieta dello scapolo: pane, formaggio e baci” Jonathan Swift (Dublino, 1667 – 1745)

Print Friendly, PDF & Email
Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Mark Whitacre (Matt Damon): “Sai il succo d’arancia che bevi la mattina? Sai cosa c’è dentro? Il mais. E sai cosa c’è nello sciroppo d’acero che metti sui pancake? Sai cos’è che lo fa diventare tanto buono? Il mais. E quando fai il bravo e […]

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *