La seduzione comincia a tavola

Cubi di taleggio fritto con pesche caramellate

Cubi di taleggio fritto con pesche caramellate

“C’è un tempo per ogni cosa, i peschi non fioriscono a dicembre” Vittoria (Nicoletta Braschi) dal film La tigre e la neve, 2005

 

 

     C’è qualcuno che non conosce questo vecchissimo proverbio? “Al contadino non far sapere quant’è buono il formaggio con le pere” ..Credo che sia universale…. poco tempo fa avevo giusto voglia di formaggio e pere, il piccolo problema è che in casa avevo miliardi di frutta ma non pere. Alla televisione ho visto una ricetta simile, indi per cui me la sono riadattata all’istante!

INGREDIENTI:

per 2 persone

  • 200 g di taleggio
  • 1 uovo
  • 100 g di pangrattato
  • 2 pesche
  • 2 cucchiai di zucchero di canna
  • una noce di burro
  • olio di semi di arachidi per friggere
abbinamento vino
  • Bonarda oltrepò pavese

PROCEDIMENTO:

1° step: prepariamo il taleggio

     Il taleggio lo possiamo trovare in pezzi grossi quadrati, in quel caso non sarà difficile dividerlo in cubi, io l’ho semplicemente diviso in quattro perché avevo scelto un pezzo molto regolare. Ovviamente niente vieta di fare la forma che più preferiamo, io vado matta per le forme quadrate e romboidali ma ognuno è libero di scegliere. L’unica accortezza è di avere una forma grossa, per far sì che il formaggio non si sciolga a contatto con l’olio caldissimo. Se è un pezzo grosso terrà la cottura molto meglio.
     Ho messo un poco di carta forno su un piatto, vi ho appoggiato i cubi di taleggio, e ho messo tutto nel freezer. Questo è un lavoro necessario quando si vogliono friggere i formaggi, per evitare che si sciolgano nell’olio facendo un pasticcio immane.  Qualche decina di minuti nel congelatore, non li surgelerà di certo, ma contribuirà a rendere più dura la parte esterna, perché inizierà a congelare.  In questo modo terranno la cottura in maniera assolutamente perfetta, e non preoccupatevi, si scioglieranno, eccome se si scioglieranno…

2° step: caramelliamo le pesche

     Velocissimo: le tagliamo a quarti, mettiamo una nocciolina di burro in una padella, quando sfrigola ci mettiamo gli spicchi di pesche. Facciamo insaporire da tutte le parti per qualche minuto, non troppo se no ne facciamo marmellata, aggiungiamo lo zucchero di canna, e continuiamo a cuocere ancora qualche minuto, il tempo di permettere allo zucchero di sciogliersi bene e di raddensarsi. Stiamo sempre attenti alla consistenza delle pesche. Per questa preparazione sarebbe consigliabile non prenderle eccessivamente mature. Spegniamo il fuoco e le lasciamo da parte giusto il tempo di friggere il formaggio, perché a questo punto non vedevo l’ora di assaggiare il piatto!

3° step: friggiamo il taleggio

     Prendiamo dal freezer i nostri cubi. Ho fatto mettere la carta forno sul piatto altrimenti il taleggio si sarebbe attaccato e lievemente congelato, e per toglierlo si sarebbe dovuto rovinare. Passiamolo in un uovo che avremo sbattuto, poi nel pangrattato pressando bene e controllando che sia tutto ricoperto, e facciamo una seconda impanatura, quindi ancora nell’uovo e poi nel pangrattato. La seconda impanatura è consigliabile quando si maneggiamo alimenti scioglievoli e morbidi.
     Li friggiamo normalmente nell’olio che dovrà essere ben caldo, e come tempo di cottura bisogna stare attenti a non farlo cuocere troppo se no fuoriesce, si parla di qualche minuto per parte. Prendiamoli con una schiumarola e mettiamoli su della carta da cucina per togliere l’unto in eccesso, e componiamo il piatto. Consiglio di aspettare qualche minuto prima di mangiarli, il formaggio dentro la panatura è a milioni di gradi, e sarebbe praticamente allo stato liquido. Meglio farlo intiepidire un poco prima di affondarvi la forchetta! Io ho aggiunto qualche goccia di aceto balsamico, ha legato perfettamente sia col formaggio che con le pesche!
01-cubi di taleggio fritto con pesche caramellate

 

02-cubi di taleggio fritto con pesche caramellate

 

03-cubi di taleggio fritto con pesche caramellate
04-cubi di taleggio fritto con pesche caramellate
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Moustache (Lou Jacobi) a Nestor Patou (Jack Lemmon):“Lei va in cerca di guai, mio giovane amico. Essere troppo onesti in un mondo disonesto è come spennare un pollo controvento: si finisce sempre con la bocca piena di penne.” dal film Irma la dolce, 1963

Print Friendly, PDF & Email
Paella de marisco: dalla Spagna con amore

Paella de marisco: dalla Spagna con amore

Trevor Reznik (Christian Bale) a Stevie (Jennifer jason Leigh): “Voglio tanto che questa storia funzioni, Stevie, ma tu sai così poco di me. Se per caso mi trasformo in lupo mannaro?” “Ti compro un collare antipulci!” dal film L’uomo senza sonno, 2004

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *