La seduzione comincia a tavola

Crema di pecorino sardo

Crema di pecorino sardo

Hannibal Lecter (Anthony Hopkins):“No! Ascolterò ora! Dopo l’omicidio di tuo padre eri un’orfana, avevi 10 anni, sei andata a vivere in un ranch con pecore e cavalli nel Montana. E…?” Clarice Starling (Jodie Foster): “…e una mattina sono semplicemente fuggita.” dal film Il silenzio degli innocenti, 1991

 

 

     Era già da un po’ che la volevo replicare. Pensavo che a casa non mi sarebbe mai venuta quella cremina vellutata che si ritrova nei vasetti acquistati, ma che sarebbe risultata granulosa e magari anche sgradevole. Così ho deciso di provare a farla comunque, male che vada non sarebbe certo stata così immangiabile…

INGREDIENTI:

per un vasetto piccolo

  • 100 g di pecorino sardo stagionato grattugiato finemente
  • 50 g di ricotta di pecora
  • per chi gradisce, un poco di peperoncino

PROCEDIMENTO:

1° e unico step: frulliamo e conserviamo

     Non ho fatto altro che mettere il pecorino grattugiato finemente e la ricotta nel bicchiere frullatore, io ho messo del peperoncino…ehm…abbastanza piccante, e anche abbastanza come quantità, infatti è diventato rosato! A dir la verità ho usato il bicchiere omogeneizzatore, un accessorio del mio Kenwood, una sorta di magic bullet, che essendo piccolo ed andando ad alta velocità è servito egregiamente allo scopo.

     Ma nel caso non ne foste provvisti, basta farlo frullare qualche minuto in più. Il risultato ha superato le mie aspettative, perché non è venuto assolutamente granuloso come mi aspettavo! Potrebbe capitare che se la ricotta non fosse abbastanza umida il frullatore possa fare fatica ad amalgamare, aggiungete se è il caso qualche cucchiaino di latte, poco però, al limite si fa sempre a tempo ad aggiungerlo. Fino a che non otterrete questo risultato:

 

 

Crema di pecorino sardo

 

      Si spalma alla perfezione sul pane, ed il gusto è veramente spaziale!!! Il bicchierino che vedete nella prossima foto è quello del mio accessorio, basta avvitare un coperchio e si conserva perfettamente in frigo.

     Ho detto spalmare sul pane? Ma una cucchiaiata in una pasta al pomodoro o al ragù ce la vogliamo mettere? O in una bella pasta e fagioli? E mangiata sul pane con del miele di castagno? Io avevo fatto due vasetti, e non sono in grado di dirvi quanto durano, perché non sono andati oltre una settimana di vita!!!

     L’ho portato in tavola un giorno che avevo ospiti, e quando ho detto cos’era mi hano guardata come si guarda un alieno, perché non pensavano che la crema che normalmente si compra potesse essere replicabile. Bhe si sono ricreduti. E sono riuscita a salvare il mio vasetto da quelle mascelle affamate!

 

02-crema di pecorino sardo

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Mark Whitacre (Matt Damon): “Sai il succo d’arancia che bevi la mattina? Sai cosa c’è dentro? Il mais. E sai cosa c’è nello sciroppo d’acero che metti sui pancake? Sai cos’è che lo fa diventare tanto buono? Il mais. E quando fai il bravo e […]

Print Friendly, PDF & Email
Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Moustache (Lou Jacobi) a Nestor Patou (Jack Lemmon):“Lei va in cerca di guai, mio giovane amico. Essere troppo onesti in un mondo disonesto è come spennare un pollo controvento: si finisce sempre con la bocca piena di penne.” dal film Irma la dolce, 1963 Correlati

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *