La seduzione comincia a tavola

Crema al mango e zenzero con frutti rossi

Crema al mango e zenzero con frutti rossi

“Ma questo sirtaki/danzalo se appena ti riesce/il limite lo sai è il nostro amore/provaci tu/provaci anche tu/per favore/il pianto tu lo sai si può asciugare” 1990, Sirtaki, cantata da Mango


     Arrivo a fine agosto e già mi proietto verso l’autunno, le scuole che iniziano, l’approssimarsi delle feste, l’inverno che spalanca la sua porta sul freddo, i cappotti… forse sono un poco intempestiva, forse affretto troppo i tempi, ma già dopo ferragosto mi sembra sempre che le cose cambino. Si passa l’estate sbuffando dal caldo, tuffandosi in piscina o, come finalmente ho fatto quest’anno dopo anni, nelle splendide barriere coralline del mar Rosso. Quest’estate ho visto i colori: il giallo, il rosso, il blu, il viola, il verde. Poi l’autunno porterà uno scoppio di rossi e marroni al punto che gli alberi sembreranno prendere fuoco, per poi piombare nel grigio, nel bianco, nell’ovattato.

     Nei mesi estivi curo meno il mio blog, si cucina meno, si mangia meno, e si occupa il proprio tempo libero al sole e con gli amici. Quest’anno avevo proprio bisogno di staccare la spina su vari fronti, e quando succede sono sensazioni che vanno seguite, per riuscire a ricaricarsi e ricominciare altre stagioni, altri problemi, e spero anche tante belle novità, basta essere ottimisti! Per cui non mi sono imposta niente quest’anno, ma ho preferito seguire l’istinto e fare le cose nel momento in cui ne avessi avuto voglia. E mi ci voleva. Cominciamo a salutare l’estate con un poco di dolcezza, perché “con un poco di zucchero la pillola va giù”… e magari vanno giù tanti rospi, tante occasioni mancate, tanti rimorsi e tanti rimpianti, e anche tanti dispiaceri…

 

INGREDIENTI:

per  4 persone

  • 2 manghi maturi
  • panna fresca da montare (o una bomboletta di panna spray)
  • una radice di zenzero fresca
  • frutti rossi a piacere
  • qualche fogliolina di menta per decorare

abbinamento vino, anzi usiamo dei superalcolici:

  • Tequila Patròn
  • Rum Zacapa
  • oppure delle bollicine, che vanno sempre bene

 

PROCEDIMENTO:

 

1° E UNICO STEP: PREPARIAMO IL DESSERT

 

     La difficoltà è praticamente nulla. Va preparato in anticipo perché deve essere servito bello freddo.  Iniziamo pulendo il mango dalla buccia e togliendo il grosso nocciolo centrale, e mettiamo i pezzi in un frullatore. Cerchiamo di non perdere nemmeno una goccia del loro succo, è veramente nettare e ambrosia! E frulliamo, molto bene. Dovremo ottenere una crema arancione estremamente vellutata. Sarà anche profumatissima, e dolce al punto giusto, perché i manghi sono zuccherini ed estremamente succosi, non c’è bisogno di aggiungere zucchero. Poi comunque dipende sempre dal gusto personale ovviamente.

 

 

01-crema al mango in preparazione
crema al mango in preparazione

 

 

     Adesso le strade sono due: o avete preso della crema di latte fresco, da montare, o usate la bomboletta spray di panna montata. Io ho preferito montarmela, perché così non aggiungevo zucchero e mi sarei gustata il mango in purezza, ma chi preferisce può aggiungere quella già pronta. Le dosi? Bhe difficile darle, perché questa è una crema che va testata assolutamente sul proprio gusto. Diciamo che per due manghi io ho messo 5 cucchiai colmi di panna più o meno, ma se faremo il grande sacrificio di assaggiarla più e più volte vedrete che a un certo punto vi fermerete pensando di aver raggiunto la perfezione! A quel punto la crema è pronta, anzi manca ancora una piccola cosa…

 

 

dessert light al mango
crema al mango con frutti rossi

 

 

     Ho preso la mia radice di zenzero, ne basta un pezzo piccolo, e ho tolto la buccia. L’ho grattugiata in un tovagliolino, e ne ho poi spremuto il succo in un bicchiere. Mi raccomando di non esagerare, ne basta la punta di un cucchiaino per dare quel gusto particolare senza essere invasivo. Ovviamente a chi non piace si può bypassare, ma vi assicuro che è deliziosa. Con una frusta mescolate quindi bene benissimo questi ingredienti, coprite la ciotola con della pellicola e lasciatela in frigo, potete farla anche il giorno prima senza problemi. Ma non pensate che il mango serva solo come frutta o come dessert… nel mio blog ci sono molte ricette con questo dolcissimo frutto esotico, ma quella più strana e particolare è una millefoglie di mango e tonno…provare per credere…

 

 

dessert light al mango
crema al mango con frutti rossi

 

 

     Come la serviamo? Io l’ho messa nelle coppe da champagne, adoro i bicchieri retrò, non bevo lo champagne nel flûte ma proprio nelle coppe, le adoro… e molto spesso le uso anche per i dessert… e stavano benissimo con questa crema al mango, che ho messo a mestolate nei bicchieri, ho decorato con dei frutti rossi, ho staccato dalle mie piantine alcune foglioline di menta e ho servito…. possiamo servire oltre che con le classiche bollicine con un ottimo rum, oppure perché no con un ottima tequila… e come canta Ron in una sua canzone “e non c’è più bisogno di parole…”

 

 

dessert light al mango
crema al mango con frutti rossi

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Come fare la polenta senza mescolare [aggiornato]

Mark Whitacre (Matt Damon): “Sai il succo d’arancia che bevi la mattina? Sai cosa c’è dentro? Il mais. E sai cosa c’è nello sciroppo d’acero che metti sui pancake? Sai cos’è che lo fa diventare tanto buono? Il mais. E quando fai il bravo e […]

Print Friendly, PDF & Email
Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Crème caramel: tutti i segreti per farlo perfetto

Moustache (Lou Jacobi) a Nestor Patou (Jack Lemmon):“Lei va in cerca di guai, mio giovane amico. Essere troppo onesti in un mondo disonesto è come spennare un pollo controvento: si finisce sempre con la bocca piena di penne.” dal film Irma la dolce, 1963

Print Friendly, PDF & Email


2 thoughts on “Crema al mango e zenzero con frutti rossi”

  • Ti leggo da tanto e amo le tue ricette, così particolari e diverse dai soliti blog di cucina. Ma di questo tuo post mi è piaciuto particolarmente il tono un poco malinconico dei primi paragrafi. E’ sempre un piacere leggerti, si vede che ci metti il cuore…

    • Ciao, grazie davvero per le bellissime parole, e per la sensibilità. Diciamo che ho avuto un’estate un po’ anomala e particolare, e forse qualcosa è trapelato dagli scritti. Sei gentilissimo, un abbraccio 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *