La seduzione comincia a tavola

Spaghetti con polpette di ossobuco

Spaghetti con polpette di ossobuco

Tony a Joe: “Ehi, Joe! Biagio dice che vuole due spaghetti speciali con polpettine di carne, va bene?” “Ma… Tony, i cani non parlano.” “A me ha parlato, invece!” “E va bene! Ti ha parlato! Sei tu il padrone! Mamma mia! Sempre ragione lui vuole avere!” (servendoli a Lilli e Biagio) “Ecco qua! I migliori spaghetti della città!” dal film Lilli e il vagabondo, 1955


 

     Ed ecco il risultato della rimanenza di carne della ricetta precedente, quella con le polpettine in brodo di ossobuco. Avevo appositamente fatto più carne per poi riciclarla per un piatto asciutto perché questo impasto di ossobuco mi tentava alquanto. E quindi l’ho sfruttato in tutti i modi. Ed è stato una rivelazione: il naturale collagene dell’ossobuco ha tenuto la carne morbidissima. tenace se fredda, ma morbida come una nuvola calda. E siccome mi era venuta in mente la famosa scena di Lilli e il vagabondo con gli spaghetti con le polpette, ho pensato, perché no? E a proposito di Walt Disney, ma della dolcezza di questa scena ne vogliamo parlare? O vogliamo parlare degli occhioni di Lilly?

 

 

 

 

 

INGREDIENTI:

per 4 persone

  • 300 gr di spaghetti
  • impasto per polpette come da questo post
  • 2 scalogni medi
  • un cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • mezzo bicchiere di vino rosso
  • 4 cucchiai di olio EVO
  • sale e pepe qb

abbinamento vino

  • Valpolicella DOC superiore
  • Merlot Amelia DOC Riserva
  • Dolcetto di Ovada Superiore

 

PROCEDIMENTO:

 

 

      Nell’altro mio post ci sono tutte le spiegazioni per preparare l’impasto, oltretutto risparmiando tempo perché si può usare la pentola a pressione. Per cui prima di tutto prepariamo l’impasto delle polpettine, lo possiamo fare anche in anticipo, magari il giorno prima, così ha il tempo di compattarsi bene e raffreddarsi. Poi non dovremo fare altro che fare le classiche polpette e prepararle per la cottura.

 

1° step: cuociamo le polpette

 

     Una volta pronte le polpette, dobbiamo solo cuocerle. Padella dai bordi alti sul fuoco con dell’olio e dello scalogno affettato sottile. Lasciamo il tempo allo scalogno di appassirsi, poi mettiamo le polpette. Dovranno andare qualche minuto a fiamma vivace.

 

 

01-polpettine in cottura
polpettine in cottura

 

 

     Foto pessima e me ne scuso, ma mentre la stavo facendo uno sbuffo di vapore mi ha appannato l’obiettivo della macchina fotografica. Purtroppo ne avevo fatta solo una, ma ho deciso di metterla lo stesso giusto per dare un’idea della cottura e per confermare che tutto quello che faccio lo faccio davvero “live”. Comunque le faremo dorare uniformemente, e non le gireremo con qualche attrezzo, ma semplicemente agitando la pentola, perché sono così morbide che potrebbero disfarsi. Già dopo qualche minuto di cottura però si compatteranno. Per evitare questo inconveniente chi lo desidera deve solo aggiungere un uovo in più, io le ho preferite morbide.

     Quando si saranno cotte dappertutto, bagniamole col vino rosso, e facciamolo evaporare a fiamma alta. Una volta che l’alcool del vino è evaporato mettiamo il concentrato, che avremo diluito con un poco d’acqua, un pizzico di sale e del pepe e dopo 5 minuti abbassiamo la fiamma… dovranno sobbollire e ridurre il sugo. Non dovranno cuocere molto perché la carne è già cotta, dovremo solo addensare il sughetto. Nel frattempo beatevi dei profumi che pervaderanno la vostra cucina mentre mettete sul fuoco una pentola con dell’acqua per la pasta…

 

2° step: terminiamo e serviamo

 

     Appena la pentola con l’acqua bolle aggiustiamo di sale e mettiamo gli spaghetti. Nel momento che saranno cotti sarà pronto anche il sughetto. Le polpettine erano già cotte, quindi dovremo solo praticamente restringere il sugo e nulla più. Scoliamo gli spaghetti e condiamoli col sugo e le sue polpette. Io ho aggiunto un poco di peperoncino e una generosa grattata di pecorino romano. C’è bisogno che lo dica? Mamma mia quanto erano buoni!

 

 

03-spaghetti con polpette di ossobuco
spaghetti con polpette di ossobuco

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

Pane bianco per tramezzini Dukan PP / PV

Pane bianco per tramezzini Dukan PP / PV

  “La dieta dello scapolo: pane, formaggio e baci” Jonathan Swift (Dublino, 1667 – 1745)

Print Friendly, PDF & Email
Caviale di succo d’arancia

Caviale di succo d’arancia

  “La Vodka è un lusso che ci possiamo permettere, il caviale è un lusso che ci possiamo permettere, il tempo no!” Nikita Khrushchev (Bob Hoskins) dal film “Il nemico alle porte” di Jean-Jacques Annaud

Print Friendly, PDF & Email


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *