0 0
Cocktail Canaletto

Condividi sul tuo social network:

Oppure si puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Calcola le porzioni:
2 parti di prosecco
1 parte di succo di lamponi

Salva questa ricetta nei Preferiti

devi accedere o registrartiper aggiungere / aggiungere ai preferiti questo contenuto.

Cocktail Canaletto

Cucina:

Julien Grinda (Pierre Segui) a Nikonar "Nick" Chevotarevich (Christopher Walken):"Quando un uomo dice di no allo champagne, dice di no alla vita." dal film Il cacciatore, 1978

  • Porzioni 1
  • Facile

Ingredienti

Istruzioni

Condividi

Ed ecco il “cocktail Canaletto”, l’ultimo protagonista della mia cena a tema. Siccome per fare la maionese ai lamponi mi era rimasto abbastanza succo, e in frigo c’erano alcune bottiglie di prosecco ghiacciato, ho pensato di unire le due cose. Premetto che adoro aggiungere la frutta al prosecco, mi piacciono da morire i drink fruttati. Fra l’altro quando l’ho fatto non sapevo nemmeno che fosse un cocktail, l’ho scoperto dopo facendo una ricerchina su Google. Sembra che il cocktail Canaletto sia nato verso la fine degli anni ’70 come alternativa al Bellini, il mitico cocktail prosecco e pesca. E’ stato chiamato così per proseguire il sequel di “prosecco e frutta e nomi illustri”. Ma soprattutto perché il colore rosso del cocktail richiama proprio il grande pittore del ‘700, in quanto i suoi quadri hanno una componente rossa ben visibile.

Questo drink non è molto conosciuto perché ne sento parlare poco. Ed è un peccato, perché riesce ad esaltare in una volta sola sia la dolcezza che l’acidità di questi meravigliosi frutti rossi. C’è chi nel cocktail ci mette qualche goccio di limone e un po’ di zucchero, io ho preferito lasciarlo molto basico, volevo che i due sapori si sentissero in purezza.

Non so se è nella lista dei cocktail ufficiali IBA o meno, sinceramente non ho appurato la cosa. Ma è così buono, che metterlo o meno in una lista diventa superfluo. Poi i lamponi freschi frullati hanno un profumo dolcissimo, che si contrappone alla loro acidità.

Come per la maionese ai lamponi, dopo aver frullato i miei frutti rossi avevo due strade. O filtrarli, in modo da eliminare le fibre e i semini duri, o lasciarlo così. Sinceramente ho lasciato il succo con le sue fibre, sia nella maionese che nel prosecco. Il cocktail risulterà un po’ più torbido, e nella maionese si sentiranno le fibre, ma a noi è piaciuto da matti così, non volevo perdere nemmeno un grammo di frutto. Ma niente vieta, a proprio piacere, che si filtri il succo di lamponi. Risulterà limpido nel prosecco e liscio senza piccole fibre nella maionese.

Steps

1
Fatto
10'

Mescoliamo e serviamo

Possiamo decidere se versare il prosecco nei bicchieri individuali oppure come ho preferito fare io per comodità ho versato tutta la bottiglia in una caraffa e ho poi aggiunto il succo di lamponi. In qualunque caso, l'unica cosa da fare è unirli e mescolarli con un cucchiaio.

Mi raccomando che il prosecco o champagne sia ben ghiacciato. Dopo aver servito il cocktail, assaporatelo. E godetene. E accomodatevi per mangiare.

Recensioni Ricette

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
tataki-salsa-carbonara-e-maionese-ai-lamponi
precedente
Tataki di tonno con salsa carbonara e maionese ai lamponi
cena-a-tema-oriente
successivo
Cena a tema: viaggio intorno all’Asia in 9 piatti
tataki-salsa-carbonara-e-maionese-ai-lamponi
precedente
Tataki di tonno con salsa carbonara e maionese ai lamponi
cena-a-tema-oriente
successivo
Cena a tema: viaggio intorno all’Asia in 9 piatti

Aggiungi il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: