• Home
  • Dessert
  • Mango sticky rice, riso glutinoso al mango thailandese
0 0
Mango sticky rice, riso glutinoso al mango thailandese

Condividi sul tuo social network:

Oppure si puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Calcola le porzioni:
200 g di riso glutinoso
2 mango
½ lattina di latte di cocco
100 g di zucchero
½ cucchiaino di sale
per la salsa di cocco salata
½ lattina di latte di cocco
½ cucchiaino di sale
½ cucchiaino di maizena
1 cucchiaio d' acqua

Salva questa ricetta nei Preferiti

devi accedere o registrartiper aggiungere / aggiungere ai preferiti questo contenuto.

Mango sticky rice, riso glutinoso al mango thailandese

Caratteristiche:
  • bollitura
  • cottura a vapore

Re Mongkut (Yul Brinner) a Anna Leonowens (Deborah Kerr): "La donna dev'esser come un boccio, che ha miele per un uomo solo. Un uomo viver deve come un ape, succhiare quel che può, volar di boccio in boccio. Un ape volar libera deve, ma un boccio mai fu visto volare di ape in ape!" dal film Il re ed io, 1956

  • 30 minuti
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

  • per la salsa di cocco salata

Istruzioni

Condividi

Il mango sticky rice, ovvero un dessert fatto col dolcissimo mango e il latte di cocco e con un elemento particolare, il riso glutinoso. Un particolare tipo di riso che una volta cotto diventa letteralmente appiccicoso a causa di quantità elevate di due componenti dell’amido.

Con questo riso si fanno infatti i mochi, dei tipici dolcetti giapponesi dei quali sono golosissima. Questo è stato il primo dei due dolcetti che ho servito nella mia cena a tema e che urla letteralmente l’estate.

Localmente si chiama Khao Neow Ma Muang, le prime due parole  stanno per “riso appiccicoso, e le ultime due per “mango”, e in Thailandia è il dessert più popolare e amato in assoluto, e dopo averlo assaggiato ho capito il perché. In Thailandia usano spesso, per fare questo piatto, anche un tipo di riso glutinoso nero. Questo conferisce al piatto una particolare sfumatura viola. Fra l’altro, la cosa davvero incredibile, è che il riso è dolce perché zuccherato, il mango è dolce di suo, ma la salsina al cocco che si mette alla fine, è salata!

Leggo la ricetta e rimango parecchio perplessa. Ho addirittura pensato che fosse sbagliata. No problem, vado su un altro sito straniero e stessa identica cosa. Non capivo, pensavo che l’insieme sarebbe stato cattivo. Invece, al momento dell’assaggio, ho realizzato che la salsa al cocco salata era l’unica salsa che stesse bene. L’insieme dolce-salato è veramente spaziale.

Devo confessare che è un dolce cucito perfettamente su di me, perché contiene mango, cocco e riso che adoro singolarmente, ma insieme sono un’esplosione di sapori. Non è eccessivamente dolce, come piace a me. E’ rinfrescante, grazie al mango succoso e zuccherino. Pochi ingredienti ma massima soddisfazione.

Ma poi è un dolce molto sensuale: la particolare sfumatura di bianco, i sapori incredibili in bocca, (il riso glutinoso è veramente ma veramente delizioso), insomma tutto l’insieme. Un dolce da mangiare tassativamente in due, magari per una cenetta a lume di candela.

Steps

1
Fatto
30'

il riso

Dobbiamo innanzitutto lavarlo bene, scolando spesso l'acqua e mescolandolo con le mani vigorosamente. Diventerà subito torbido, noi continuiamo a lavarlo, scolando l'acqua torbida e aggiungendo acqua pulita, fino a che l'acqua non rimarrà limpida. Dopo 6 volte circa otterrete il risultato. Questo lavaggio serve per evitare che dopo la cottura diventi un "mappazzone", ma mantenga la sua integrità.

Poi lo lasceremo a mollo in acqua fredda da un minimo di 4 ore a tutta la notte. Io l'ho lasciato 4 ore. Poi scoliamolo, con delicatezza per non far rompere i chicchi perché in questa fase è molto fragile. Dobbiamo eliminare tutta l'acqua benissimo poi mettiamolo in una vaporiera, o quelle di bambù o una elettrica o semplicemente uno scolapasta su una pentola con acqua bollente.

Provvederemo a foderare il fondo con della carta forno tagliata a misura sulla quale abbiamo fatto dei tagli con le forbici, per permettere al vapore di passare dappertutto. Dovrà cuocere a vapore 30 minuti. Mi raccomando di lasciare intorno degli spazi per permettere al vapore di avvilupparlo per bene, in questo modo la cottura sarà uniforme. Mentre cuoce prepariamo lo sciroppo di cocco che uniremo al riso.

2
Fatto
10'

lo sciroppo di cocco

Latte di cocco zucchero e sale in un pentolino, e lo lasciamo sul fuoco solo il tempo necessario per far sciogliere lo zucchero. Non deve bollire, non dobbiamo ridurlo, dobbiamo solo sciogliere lo zucchero. Una bella mescolata e spegniamo il fuoco, e teniamolo in caldo con un coperchio. Questo sciroppo al cocco va fatto prima che il riso sia pronto, perché appena togliamo il riso dalla pentola uniremo subito questo sciroppo.

3
Fatto
10'

salsa di cocco salata

Stemperiamo la maizena con l'acqua e mescoliamo fino a che non sono spariti tutti i grumi. Versiamola in un pentolino e aggiungiamo il latte di cocco e il sale, e portiamo a ebollizione. Mescolando vedremo che inizia ad addensarsi. Mescoliamo sempre per non farla bruciare, poi quando è diventata densa spegniamo il fuoco e la copriamo con un coperchio.

4
Fatto
10'

ultimiamo il riso

Assaggiamo per vedere se i chicchi sono morbidi. Se così è, scaravoltiamolo in una ciotola, e mettiamo immediatamente lo sciroppo di cocco che deve essere caldo, altrimenti scaldiamolo qualche minuto prima di togliere il riso, e mescoliamo subito. Non preoccupatevi se vi sembrerà una specie di zuppa, il riso assorbirà lo sciroppo di cocco. Una volta ben mescolato e sgranato i chicchi, copriamolo bene o con un coperchio, o con un foglio di alluminio e un piatto sopra, e lo lasceremo 20 minuti a riposare. In questo tempo assorbirà quel meraviglioso sciroppo.

Diventerà cicciotto, delizioso e dolce, e il naturale olio di cocco contenuto nel latte ricoprirà il riso rendendolo liscio e setoso. Lavoriamo velocemente fino al momento di coprirlo per non far raffreddare il riso. Sarà proprio col caldo che assorbirà lo sciroppo.

Dopo 20 minuti daremo una bella mescolata, passando il riso della parte bassa in alto e viceversa. Avrà già assorbito lo sciroppo e ci saranno profumini deliziosi. Copriamolo ancora, lo lasciamo riposare 20 minuti e poi è pronto. Io l'ho fatto riposare un'oretta perché l'avevo fatto in anticipo, ma non succede niente, basta lasciarlo coperto. Si può anche farlo il mattino per la sera.

5
Fatto
10'

terminiamo e serviamo

Tagliamo il mango a fettine e sistemiamolo in un piatto individuale, aggiungiamo il riso, magari aiutandoci con un coppapasta, e sulla sommità del riso versiamo la nostra salsa di cocco salata. Piccola nota sul mango: se non lo trovate fresco, usiamo quello sciroppato in scatola. Dalle mie parti per esempio si trova raramente, ma mi riservo di rifare questo dessert con del mango fresco.

E assaggiatelo: il riso sembra un budino di riso al cocco, morbidissimo, con una strana dualità: da una parte la salsa salata e dall'altra il riso dolce, sapori che si sentono nettamente ma si completano meravigliosamente. Il mango chiude il cerchio. Mentre scrivo questo post mi sembra di sentire ancora in bocca la dolcezza, la salinità e la morbidezza di questo dolce.

Chef stellati di tutto il mondo hanno scoperto da poco tempo il connubio dolce salato: caramello salato, pancetta e succo d'acero, e via dicendo. E pensare che in Thailandia usavano già questo sistema da moltissimi decenni. Chapeau.

Recensioni Ricette

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
pollo-satay-e-salsa-alle-arachidi
precedente
Pollo satay tailandese con salsa di arachidi
mitarashi-dango
successivo
Mitarashi dango, spiedino di gnocchetti dolci
pollo-satay-e-salsa-alle-arachidi
precedente
Pollo satay tailandese con salsa di arachidi
mitarashi-dango
successivo
Mitarashi dango, spiedino di gnocchetti dolci

Aggiungi il tuo commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: