Noodles ai funghi shiitake e gamberi

0 0
Noodles ai funghi shiitake e gamberi

Condividi sul tuo social network:

Oppure si puoi semplicemente copiare e condividere questo URL

Ingredienti

Calcola le porzioni:
250 g di noodles
(freschi, non secchi) 300 g di funghi shiitake
10 gamberoni
1 cucchiaio di olio di semi di sesamo
un pezzetto di zenzero fresco
sale
pepe nero
basilico
prezzemolo se si riesce a trovare del coriandolo è ancora meglio
abbinamento bevanda
Tè Kukicha
Tè Verde Gyokuro
The bianco Silver Needle
per chi non volesse rinunciare al vino
Sauvignon Blanc DOC
Bardolino Chiaretto DOC
Pinot Chardonnay

Salva questa ricetta nei Preferiti

devi accedere o registrartiper aggiungere / aggiungere ai preferiti questo contenuto.

Caratteristiche:
  • bollitura
  • spadellatura

Il capitano Nathan Algren (Tom Cruise): "Non lascerò che distruggano ciò che ho imparato ad amare." dal film L'ultimo Samurai, 2003

  • 20 minuti
  • Porzioni 4
  • Facile

Ingredienti

  • abbinamento bevanda

  • per chi non volesse rinunciare al vino

Istruzioni

Condividi

Ultimo aggiornamento il 31 Marzo 2022 by Cristina Perrone

Adoro i funghi shiitake. Fino ad adesso li avevo sempre trovati secchi da reidratare, presi durante le mie scorribande etniche. Ma mentre ero “giringiro” a fare un poco di sano food-shopping, cercando qualcosa di strano perché ogni tanto ho voglia di queste cose, nel mio negozio di alimenti naturali biologici ed equosolidali ho trovato i funghi FRESCHI!

Presi immediatamente, senza pensarci e senza passare dal via! E visto che ero lì, ho comprato anche dei noodles, giusto per stare in tema. Perché a quel punto stavo macinando di fare qualcosa che facesse l’occhiolino all’oriente.

Ma questo fungo, cosa è e cosa ha di diverso dagli altri? Ho approfittato per fare una bella ricerca sul web, qualcosa già sapevo ma è stato interessantissimo andare a fondo. Intanto diciamo che la sua origine è l’estremo oriente, usato da centinaia di anni in Cina e in Giappone. Il nome deriva dall’unione di due termini giapponesi: Shii (quercia) e Take (fungo), perché crescono in maniera naturale proprio sui tronchi di questi alberi.

La Cina e il Giappone sono ovviamente i più grandi coltivatori di questi funghi. Ma è anche, soprattutto, un alimento ricco di benefici. Non dimentichiamo che gli orientali hanno il culto del cibo inteso come piacere ma anche come proprietà curative.

Non a caso veniva definito l’elisir di lunga vita durante la dinastia Ming. E’ un antitumorale, riduce il colesterolo, rafforza il sistema immunitario, ed è un naturale anti-age. (fonte: lifegate)

Insomma, ce n’è abbastanza per provarli almeno una volta. Non trascuriamo il fatto che sono ottimi, e sarebbe meglio consumarli crudi o con una cottura molto veloce, al massimo 10 minuti, in modo da non disperdere col calore le sostanze di cui sono pieni. Ma a proposito di Oriente, un bel giro gastronomico intorno all’Asia ce lo facciamo?

Steps

1
Fatto
20'

i gamberi

Avevo delle belle code di gamberone congelato. Le ho sgusciate, ho tolto il budellino nero, e le ho tamponate con carta da cucina. Siccome erano belle grandi le ho divise a metà. Una dimensione minore e le avrei anche potuto lasciare intere. Le ho messe in un piatto, coperte con la pellicola trasparente e via in frigo.

2
Fatto
20'

i funghi

Adesso tocca ai funghi. Vanno sciacquati velocemente e il gambo va tolto, in genere è duro e coriaceo. Va lasciato solo se al tatto è bello morbido, altrimenti nemmeno in cottura si ammorbidirà. Però se troviamo dei gambi morbidi lasciamoli pure, perché donano un sapore molto corposo e intenso.

Li ho tamponati con carta da cucina per assorbire l'acqua in eccesso, più li asciughiamo più rimarranno belli sodi, e li ho tagliati. A metà se piccoli, a quarti se grandi, in modo da avere dei bei pezzettoni. Adesso possiamo ultimare il piatto.

3
Fatto
15'

terminiamo e serviamo

A questo punto è tutto pronto. Ho messo una pentola d'acqua per cucinare i noodles, che guarda caso li avevo presi aromatizzati proprio ai funghi shiitake (beh, abbiamo fatto trenta, facciamo trentuno!) I miei noodle si cuocevano in circa 4 o 5 minuti, per cui ho preparato prima il condimento, che è molto basico e minimalista, per poter gustare appieno questi straordinari funghi.

Ho messo dell'olio di sesamo in una padella, ho grattugiato lo zenzero, e l'ho fatto soffriggere qualche minuto. Avete mai provato l'olio di sesamo? Per i piatti orientali dona un sapore e un profumo unico! Ho poi aggiunto i funghi, che ho fatto cuocere a fuoco bello vivo, girandoli e saltandoli spesso, per circa 6/7minuti. Se possibile non cuociamoli troppo.

Ho aggiunto i gamberi, li ho saltati giusto qualche minuto, poi ho spento il fuoco. Una spolverata di basilico e prezzemolo, o se lo trovate il coriandolo, che affettati sottili hanno donato al piatto una nota veramente particolare.

Ho scolato i noodles, li ho messi nella padella coi funghi e i gamberi, un'altra saltatina a fuoco vivo giusto per far insaporire il tutto, e il piatto è pronto. Velocissimo.

Come sono all'assaggio questi funghi? Beh, sono strani… morbidi ma callosi allo stesso tempo, molto saporiti, "alla gengiva", cioè belli sodi. Il sapore è, come dicono i giapponesi, umami, cioè molto saporito.

Si ritrova nelle proteine della carne e del pesce, e soprattutto nei funghi shiitake. Diversi dai funghi nostrani, e l'insieme del piatto faceva davvero l'occhiolino all'oriente. Ma la cosa positiva è che non ci ha appesantito per niente, è risultato un piatto leggerissimo e digeribile, che non è proprio cosa da poco.

Recensioni Ricette

Non ci sono ancora recensioni per questa ricetta, usa il modulo qui sotto per scrivere la tua recensione
salmone-gravad-lax-finger-food
precedente
Salmone gravad lax finger food
tortelli-di-zucca-Nadia-Santini-style
successivo
I tortelli di zucca di Nadia Santini
salmone-gravad-lax-finger-food
precedente
Salmone gravad lax finger food
tortelli-di-zucca-Nadia-Santini-style
successivo
I tortelli di zucca di Nadia Santini

Aggiungi il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.